Formazione

Operatore di Soccorso Base (O.S.B.)
La qualifica permette un’autonomia di movimento dell’Operatore, su sentieri di tutte le difficoltà, terreni impervi con limitati salti di roccia e terreni innevati con difficoltà modeste che non richiedano l’uso di attrezzature specifiche tipo piccozza o ramponi.
L’Operatore svolge operazioni di ricerca e soccorso, con esclusione di manovre tecniche che prevedano l’uso di corde durante il trasporto di feriti. L’uso delle corde è consentito limitatamente alla gestione della sicurezza personale (corda fissa, discesa a corda
doppia) o assistenza ad altro personale del C.N.S.A.S. (brevi calate su corda singola).

Operatore di Soccorso Alpino (O.S.A.)
La qualifica abilita l’Operatore a interventi su tutti i terreni trattati nelle fasi di formazione e verifica, con autonomia di movimento anche su terreni alpinistici in ambiente roccia, neve e ghiaccio.
L’Operatore svolge operazioni di ricerca e soccorso, effettuando anche manovre tecniche che prevedono la messa in sicurezza di terreni impervi e/o alpinistici, la collaborazione nella gestione della sicurezza del personale impegnato nelle operazioni di soccorso e il trasporto dei feriti con l’impiego dei vari sistemi previsti.

Operatore Tecnico Sanitario (O.T.S.)
La preparazione di questa figura è prevalentemente di tipo sanitario e ha lo scopo principale di portare un soccorso tecnico-medicalizzato anche in ambiente escursionistico e alpinistico. Gli Operatori devono tuttavia garantire un minimo di preparazione tecnica individuale, tale da permettere il raggiungimento dei luoghi d’intervento in tempi ragionevoli e con modalità di sicurezza adeguate.

Tecnico di Soccorso Alpino (Te.S.A.)
Questa figura tecnica deve avere una buona capacità tecnica-organizzativa nelle operazioni di soccorso, assumendo il ruolo di Capo squadra nelle fasi di gestione della  sicurezza del personale e nelle scelte tecniche più appropriate allo svolgimento corretto del soccorso.